Casa Lodi

2015-05-28 13.15.59

La spesa a Casa Lodi…così, due cosette da provare

Sarà che sono una ragazza di campagna e di posti come questo sento la mancanza nella mia quotidianità milanese, ma veder spuntare Casa Lodi in via Cappellari mi ha messo di buon umore.
Siamo tra Piazza Diaz e il retro di San Satiro, nel centro che più centro non si può. Dove, per capirci, ti trovi circondato da bar che propongono la “vera cucina italiana” sciorinata su un menù plastificato in tre lingue con foto inquietanti di piatti che mangeresti solo se all’estero e in preda alla disperazione.

E poi apre questo temporary store pieno di delizie lodigiane (in questo caso bisogna ringraziare Expo), un ampio e luminoso locale su due piani con piccola cucina, dove è possibile degustare i prodotti in vendita. L’idea è semplice e brillante: portare a Milano quello che, nonostante la vicinanza, qui non si trova facilmente: riso, salumi e formaggi di qualità e al giusto prezzo, tutti provenienti dalla provincia di Lodi. Ed ecco che un gruppo di produttori intraprendenti decide di riunirsi e aprire questa vetrina temporanea.

carena

Pannerone a perdita d’occhio

E’ Angelo Carena, uno dei soci, a farci da cicerone e a guidarci attraverso le eccellenze del territorio: il Pannerone in primis, presidio Slow Food e fiore all’occhiello del Caseificio Carena, ma anche il mascarpone (fatto secondo la ricetta tradizionale che risale addirittura al medioevo), il quartirolo (da sballo) e il taleggio. Per chi non ha problemi di linea c’è la torta di noci artigianale: un tripudio di gorgonzola e mascarpone di cui non potrete più fare a meno (e al diavolo la prova costume!)
Il mio fidanzato (che si intende di donne, moto e formaggi) ha chiesto asilo politico nel negozio dopo aver visto una forma di gorgonzola al cucchiaio.

Oltre ai formaggi, freschi e stagionati, ci sono ottimi salumi (ho assaggiato prosciutto crudo e salame…super!) e diversi tipi di riso, dal Carnaroli al Venere al riso rosso.
Un tempio di meraviglie gastronomiche, ma senza trascurare chi ha problemi di intolleranze: qui sono in vendita anche farine di riso e i biscotti senza glutine, e, se decidete di fermarvi a mangiare, si può contare sempre su un piatto vegetariano nel menù.
E poi taglieri, “micche” (cioè panini) imbottiti, primi e piatti unici, tutto cucinato con gli ingredienti provenienti dalle cascine lodigiane.

Il risultato delle filosofia “dal produttore al consumatore” si riflette nei prezzi più che onesti (soprattutto considerando la qualità dei prodotti).

2015-05-28 14.49.09

Il prezzo è giusto: abbiamo le prove!

Casa Lodi rimarrà aperto fino a dicembre, poi chissà. Io segretamente spero che decidano di prolungare l’apertura…visto che ormai è una tappa fissa della mia spesa settimanale.

Casa Lodi
Via Cappellari 3 Milano
Orari: 10.00 – 20.00
www.casa-lodi.it

Annunci

Gelateria Scarlatti 5

1891463_661318540572124_321049823_o
A ospitare l’evento Great life, low budget sarà la Gelateria Scarlatti 5, salita alla ribalta per essere uno dei pochissimi posti a proporre l’Halo Halo, l’esotico dessert filippino che prevede un mix di ingredienti tra cui fagioli rossi, cocco, macapuno, tubero viola ube, langka e riso soffiato.
Qui, giurano, trovate il migliore della città.

1957695_657913117579333_469083616_o

il famoso halo halo, la specialità della gelateria Scarlatti 5

Ovviamente la ricetta è segreta, ma, con un pezzo degno del miglior giornalismo d’assalto, Milano non è cara vi porta dietro le quinte e vi svela passo passo la preparazione del misterioso dolce filippino…

dietro le quinte...ecco come si prepara il misterioso halo halo

dietro le quinte…ecco come si prepara il misterioso halo halo

l'ingrediente segreto...?

l’ingrediente segreto…?

tocco finale: un po’ di ghiaccio…

et voilà!

et voilà!

L’Halo Halo sarà in promozione a 2 euro durante la food week per tutti i “food lovers”, così come i gusti “Ube & Macapuno” a solo 1 € (chissà come sono…? Vale la pena provare!)
E per tutto il periodo della manifestazione, sconto del 50% sulle vaschette al chilo.

Per richiedere la tessera della Food Week 2014 clicca qui: http://bit.ly/1iPvtAC
è GRATISSS e dà diritto a una serie di sconti e promozioni
1797449_683327675037877_7143904433913707666_n

Gelateria Scarlatti 5
Via Scarlatti 5
Milano
www.gelateriascarlatti5.com

Pescetto

_DSF9488

La filososfia...

La filososfia…

2014-03-27 12.58.33

Il banco del pesce: scegli e ordini

_DSF9486

Et voilà!

Et voilà: tartare di tonno!

Cosa bolle in pentola? Sbirciamo in cucina...

Cosa bolle in pentola? Sbirciamo in cucina…

2014-03-27 13.02.53

Chi fa da sè fa per tre

Chips da urlo!

Chips da urlo!

_DSF9481

_DSF9480

Mangiare pesce al prezzo di una pizza o poco più? Suvvia, siamo seri…
E invece da Pescetto si può.
Questo locale aperto da poco in via Volta offre la formula self service in un ambiente che (per fortuna) del service non ha nulla.
Più che un ristorante, si tratta di una vera e propria pescheria con cucina annessa.
Funziona così: tu ordini al bancone quello che vuoi, loro pesano il pesce e lo cucinano (grigliato, fritto o alla piastra).
Quando è pronto, lo ritiri direttamente in cucina e, una volta finito, sparecchi da solo come al fast food.
Non ci sono camerieri, non c’è servizio al tavolo e le cotture sono semplici e veloci: questo è il segreto per mantenere prezzi onesti senza rinunciare alla qualità.
I piatti sono davvero ottimi, io vi consiglio la frittura con contorno di patatine (chips fatte in casa, da urlo!) e l’insalata di mare  (quella vera. Per una volta niente anelli di totano gommosi accompagnati da una giardiniera in vasetto…)

Molto interessante l’opzione “Pranza con noi“: menù fisso a 10 euro che prevede un piatto a scelta tra frittura, pesce del giorno o insalata di mare, più un contorno e 1/2 minerale.
Se riuscite a non farvi tentare dalle leccornie esposte (difficile, quasi impossibile non cedere alla lusinga di una tartare di tonno!), il conto è davvero per tutte le tasche.

Pescetto
Via Volta, 9
20121 Milano
Tel. 02 3675 4184
Chiuso domenica e lunedì
www.facebook.com/ilpescetto

2014-03-27 13.03.19

La sala luminosa e accogliente

2014-03-27 13.03.25

Da Teresa: un angolo di Puglia a Milano

2014-03-14 22.37.03

L’insegna è già una dichiarazione di intenti…

2014-03-14 22.36.52

Ambiente spartano, ma verace

E’ venerdì sera e il dilemma è sempre lo stesso: che faccio, esco a cena o vado a ballare? Con un budget limitato bisogna scegliere…ma a volte si riesce a trovare la quadratura del cerchio.
A due passi dai Navigli, in via Pavia 3, la Trattoria da Teresa mette in tavola una cucina ruspante e semplicissima, che ha tutti i sapori della Puglia.
D’inverno ci si accomoda in una sala piuttosto spartana, che sciorina tutti i cliché del caso (vedute di Locorotondo in primis), mentre con la bella stagione si può mangiare all’aperto.
I proprietari, pugliesi doc e indefessi lavoratori, sono pronti a darvi una mano per destreggiarvi tra le voci del menù.
Da non perdere la purea di fave e catalogna, piccante al punto giusto, le classiche orecchiette alle cime di rapa e la salsiccia di San Michele con patate.
A chi ha uno stomaco robusto e sprezzo del pericolo consiglio le “bombette” di carne di cavallo e la grigliata mista, che prevede un tripudio di carne d’agnello e i famosi “turcinieddi” (involtini di interiora, parenti stretti degli “stigghiuli” siciliani). E in un attimo avrete nostalgia delle lunghe notti salentine…
I prezzi sono abbordabili (il conto si aggira sui 20 euro. Anche qualcosina di meno, a seconda di cosa ordinate) e le porzioni abbondanti.
E poi tutti pronti per proseguire con la serata, dopotutto “thanks God it’s Friday!”

Trattoria da Teresa
Via Pavia 3
Tel 02/58111126

Libreria del Mondo Offeso

2013-09-24 18.44.20
2013-09-24 19.22.51
2013-09-24 18.56.25
2013-09-24 19.23.11
2013-09-24 19.23.34

La Libreria del Mondo Offeso è una libreria indipendente milanese, attiva dall’ottobre 2008 non solo come semplice negozio di libri, ma come vero e proprio centro culturale promotore di iniziative, eventi e incontri.
A dispetto della Milano da bere, qui trovate uno, dieci, cento, mille libri e persone che hanno voglia di fermarsi attorno a loro per incontrarsi e confrontarsi.

La caffetteria, aperta tutti i giorni tranne la domenica, offre prodotti di Altromercato, birre artigianali e una scelta di formaggi e salumi da leccarsi i baffi (salame di cinta senese in primis).
L’atmosfera accogliente e la piacevole vista sui giardinetti di via Cesariano non fanno rimpiangere la precedente sede di corso Garibaldi.
Qui con 6,50 euro ogni sera potete sorseggiare l’aperitivo accompagnato da un piatto di tartine ricercate; se invece preferite bere soltanto, i vini vanno da 3,50/4 euro al calice.
E poi magari vi comprate quel libro di cui avete tanto sentito parlare…

Da non perdere gli incontri con i giovani scrittori e la rassegna stampa irriverente il sabato mattina con un ospite a sorpresa.

Avete bisogno di qualche altro buon motivo per passare di qui?
Ce ne sono a profusione, ad esempio:
Usufruire del Wi-Fi gratuito
Parlare con le libraie
Ascoltare della buona musica
Leggere un buon libro
Bere un buon bicchiere di vino
Pranzare o fare un aperitivo
Assaggiare un cantuccino con il vinsanto
Assistere a qualche spettacolo di marionette e burattini (quando capita)
Assistere alla performance dal vivo di qualche musicista di passaggio (quando capita)
Partecipare ai numerosi incontri e presentazione di libri (circa due alla settimana)
Semplicemente sedersi e stare in pace a non fare niente
Ah dimenticavo! Pensare, che non fa male…

Libreria del Mondo Offeso
Via Cesariano 7
20154 Milano
www.libreriadelmondooffeso.it