Casa Lodi

2015-05-28 13.15.59

La spesa a Casa Lodi…così, due cosette da provare

Sarà che sono una ragazza di campagna e di posti come questo sento la mancanza nella mia quotidianità milanese, ma veder spuntare Casa Lodi in via Cappellari mi ha messo di buon umore.
Siamo tra Piazza Diaz e il retro di San Satiro, nel centro che più centro non si può. Dove, per capirci, ti trovi circondato da bar che propongono la “vera cucina italiana” sciorinata su un menù plastificato in tre lingue con foto inquietanti di piatti che mangeresti solo se all’estero e in preda alla disperazione.

E poi apre questo temporary store pieno di delizie lodigiane (in questo caso bisogna ringraziare Expo), un ampio e luminoso locale su due piani con piccola cucina, dove è possibile degustare i prodotti in vendita. L’idea è semplice e brillante: portare a Milano quello che, nonostante la vicinanza, qui non si trova facilmente: riso, salumi e formaggi di qualità e al giusto prezzo, tutti provenienti dalla provincia di Lodi. Ed ecco che un gruppo di produttori intraprendenti decide di riunirsi e aprire questa vetrina temporanea.

carena

Pannerone a perdita d’occhio

E’ Angelo Carena, uno dei soci, a farci da cicerone e a guidarci attraverso le eccellenze del territorio: il Pannerone in primis, presidio Slow Food e fiore all’occhiello del Caseificio Carena, ma anche il mascarpone (fatto secondo la ricetta tradizionale che risale addirittura al medioevo), il quartirolo (da sballo) e il taleggio. Per chi non ha problemi di linea c’è la torta di noci artigianale: un tripudio di gorgonzola e mascarpone di cui non potrete più fare a meno (e al diavolo la prova costume!)
Il mio fidanzato (che si intende di donne, moto e formaggi) ha chiesto asilo politico nel negozio dopo aver visto una forma di gorgonzola al cucchiaio.

Oltre ai formaggi, freschi e stagionati, ci sono ottimi salumi (ho assaggiato prosciutto crudo e salame…super!) e diversi tipi di riso, dal Carnaroli al Venere al riso rosso.
Un tempio di meraviglie gastronomiche, ma senza trascurare chi ha problemi di intolleranze: qui sono in vendita anche farine di riso e i biscotti senza glutine, e, se decidete di fermarvi a mangiare, si può contare sempre su un piatto vegetariano nel menù.
E poi taglieri, “micche” (cioè panini) imbottiti, primi e piatti unici, tutto cucinato con gli ingredienti provenienti dalle cascine lodigiane.

Il risultato delle filosofia “dal produttore al consumatore” si riflette nei prezzi più che onesti (soprattutto considerando la qualità dei prodotti).

2015-05-28 14.49.09

Il prezzo è giusto: abbiamo le prove!

Casa Lodi rimarrà aperto fino a dicembre, poi chissà. Io segretamente spero che decidano di prolungare l’apertura…visto che ormai è una tappa fissa della mia spesa settimanale.

Casa Lodi
Via Cappellari 3 Milano
Orari: 10.00 – 20.00
www.casa-lodi.it

Annunci

Una sistemazione in città che non costi una fortuna? Conosco Un Posto a Milano…

IMG_0029

Come ogni anno, ora che il Salone del Mobile si avvicina, fioccano le richieste degli amici: “Mi sai dire dove fermarmi a dormire in città per il Salone? Cerco qualcosa vicino al centro, magari in un quartiere carino, ben collegato e possibilmente che non costi un occhio.”
Certo, come no.

Premesso che se potessi ospiterei tutti da me, ma che nella mia magione di 36 metri quadrati (ben tagliati, per carità, ma pur sempre 36) attualmente l’unico angolo libero è il box doccia, rimane l’annosa questione da dirimere.

Perché trovare da dormire a Milano è una faccenda spinosa. Sia perché qui non esiste la bassa stagione, sia per la brutta abitudine di alcuni alberghi di alzare vistosamente i prezzi in concomitanza con gli eventi di maggiore richiamo. Quindi i posti dove fermarsi, carini e dove possibilmente non ti rapinino, si contano davvero sulle dita di una mano.

La buona notizia è che da qualche giorno ce n’è uno in più: ha appena inaugurato la Foresteria all’interno della Cascina Cuccagna, aria internazionale e fascino leggermente délabré.
Foresteria (3)
Foresteria (5)
La struttura è completamente automatizzata e consente di fare il check in con un totem digitale a qualsiasi ora del giorno (e della notte!). I posti letto sono 16 in tutto e si può scegliere se sistemarsi in camerata (6 letti, 25 euro a persona) o in una delle due camere doppie, dotate di bagno privato (45 euro a persona). Gli ospiti hanno a disposizione un salottino condiviso, una libreria internazionale con guide e riviste, la connessione wi-fi e una vista impagabile su giardino e orto.

IMG_0024
Svegliarsi nel verde di un’antica cascina a due passi dalla metro di Porta Romana non ha prezzo…per tutto il resto c’è Un Posto a Milano.

Fino al 30 giugno negli spazi della foresteria saranno esposte le opere dell’artista milanese Pietro Sganzerla.

Per info e prenotazioni:
info@unpostoamilano.it
www.unpostoamilano.it