BrerArt

berart

Una mostra d’arte contemporanea diffusa, dove gli stand sono gallerie d’arte, showroom, palazzi storici e fondazioni del distretto di Brera e del centro di Milano.
Oggi ha inizio BRERART, la settimana dell’Arte Contemporanea che animerà la città fino al 27 ottobre.
Questa prima edizione, con più di 80 location e più di 400 artisti, promette ai visitatori una vasta scelta di proposte artistiche, dalle più classiche alle più sperimentali.
I protagonisti sono le gallerie d’arte di Milano, impegnate con proprie realizzazioni, coproduzioni culturali, gemellaggi e collaborazioni internazionali.
Non solo mostre, dunque, ma incontri speciali, performance e divertimento per rilanciare e promuovere la cultura visiva italiana.

Per il programma completo: www.brerart.com

PS: si teme un’altissima concentrazione di hipster, i lettori sono avvertiti.

Annunci

L’inglese con arte

Darkside Milan

Stanco delle solite lezioni di inglese?
Guardando un film in lingua originale te ne perdi metà?
Cerchi l’occasione giusta per fare una full immersion?
Leonardo a Milano lancia Inglese con Arte: tour serali per la città con una guida madrelingua inglese, che saprà coinvolgerci, metterci a nostro agio e farsi capire da noi che l’inglese lo abbiamo imparato un po’ troppo di fretta…
Perfetto per chi desidera tenersi in allenamento con la lingua e scoprire curiosità, storie, luoghi e protagonisti della Milano di ieri e di oggi.

Stasera l’appuntamento è con Darkside Milan, dedicato alla Milano “noir”, e mercoledì 9 con Lyric Milan, per i melomani e gli amanti della musica.
La visita costa 15 euro.

Per prenotare e avere maggiori informazioni sulle prossime visite:
www.leonardoamilano.org
Lyric Milan

Estate, si entra gratis in tutti i musei civici!

eni_musei_480
Due mesi di ingresso gratuito in tutti i Musei Civici milanesi? Ebbene sì, grazie alla collaborazione tra il Comune di Milano e Eni torna Estate al Museo, un’occasione unica per (ri)scoprire il ricchissimo patrimonio artistico cittadino.
E quando parlo di Musei Civici mi riferisco a: Museo del Novecento, Museo Archeologico, Museo del Risorgimento, Museo di Storia naturale e Castello Sforzesco (Museo d’Arte antica, Pinacoteca, Museo delle Arti decorative, Museo degli strumenti musicali, Raccolte extraeuropee, Museo egizio, Raccolte archeologiche preistoria e protostoria),
senza contare tutti quei musei già a ingresso libero, come l’Acquario civico, la Galleria d’Arte Moderna e Palazzo Morando.
Approfittatene per scoprire alcune chicche: la “tosa” dell’omonima Porta (ora Vittoria) e il diavolo meccanico al Castello Sforzesco; carte, figurine, manifesti e soldatini nella raccolta di stampe Bertarelli, l’elefantessa Bombay, star dello zoo milanese, al Museo di Storia Naturale.
Turisti e milanesi rimasti in città a fare i conti con la calura estiva potranno visitare gratuitamente i musei fino all’8 settembre.

Un inaspettato museo a cielo aperto

Musei+a+cielo+aperto

Mi rendo conto che come proposta può sembrare peregrina, ma l’occasione è da non perdere. Domani, come ogni prima domenica di giugno, il Cimitero Monumentale di Milano invita cittadini e turisti a scoprire i suoi tesori partecipando gratuitamente a mostre, passeggiate, spettacoli teatrali, letture e musica.

Al Monumentale ci sono tutti quelli che hanno fatto grande Milano: Manzoni, Falck, Gaber, Noorda, Funari, Marinetti, la Merini, Crepax e persino il papà di Albert Einstein.
Qui ci sono opere realizzate da Medardo Rosso, Lucio Fontana, Giacomo Manzù, Giò Pomodoro, e progettate da architetti come BBPR, Piero Portaluppi e Giò Ponti.

Frutto della sensibilità positivista della fine dell’Ottocento, il cimitero è da sempre aperto ai non cattolici e agli atei. Qui fu inaugurato nel 1876 il primo impianto per la cremazione, allora vietata dalla Chiesa. Per dirla con Walter Chiari, anche lui sepolto qui, “Amici, non piangete, è soltanto sonno arretrato“.