Le Cinque Terre: Riomaggiore

riomaggiore

Immagine 1

All’arrivo un cartello stradale vi informa:

CINQUE TERRE
Gemellato con
LA GRANDE MURAGLIA CINESE

Forti di queste premesse (è tutto vero…) si attraversa una galleria e si apre uno dei paesaggi più belli al mondo, tanto da essere dichiarato patrimonio dell’umanità dall’UNESCO.
Cinque borghi o, come si diceva un tempo, “terre” che punteggiano il frastagliato e selvaggio tratto di costa nei pressi di La Spezia, solo mare e vigneti arrampicati su colline aspre e accidentate: Monterosso, Vernazza, Corniglia, Manarola e Riomaggiore.
Consiglio di cominciare proprio da quest’ultima: meta amatissima dagli stranieri (è più facile sentir parlare inglese o francese piuttosto che italiano!), Riomaggiore è un borgo di case colorate che si estende su due vallate separate dalla ripida costa di Campione (Canpiòn), sulla cui parte inferiore sorge il castello. La leggenda vuole che a fondarlo fosse un gruppo di profughi greci che nell’VIII secolo approdarono qui per sfuggire alle persecuzioni dell’imperatore iconoclasta Leone III di Bisanzio.
Passato indenne dal dominio genovese a quello napoleonico, finito nel Regno di Sardegna e successivamente nel Regno d’Italia, il paese è cambiato ben poco nel tempo, mantenendosi quasi intatto fino alla costruzione della ferrovia alla fine del XIX secolo. Ma è soltanto con la realizzazione della strada negli anni Sessanta che il borgo esce definitivamente dall’isolamento che aveva mantenuto per secoli.
Prendetevi un po’ di tempo per esplorarlo con calma e perdervi nei suoi vicoli.

Per ritemprarvi dopo la visita (le pendenze richiedono polmoni d’acciaio, ma vi faranno guadagnare glutei marmorei…) dribblate i ristorantini e dirigetevi in friggitoria. La migliore, secondo me, è Il Pescato cucinato dove con 8 euro vi assicurate una deliziosa frittura mista (totani, gamberi, baccalà, cozze e acciughe di Monterosso) perfetta per due persone.
Immagine

Satolli e contenti andate a rosolarvi al sole.
Per tuffarvi nel mare cristallino potete scegliere la piccola spiaggia di sassi o gli scogli che la precedono. Se avete velleità di pesca, non fatevi ingannare: siete in un’area marina protetta e le multe sono salatissime…

Dettagli logistici
Come raggiungere Riomaggiore: da Milano si arriva comodamente in treno, la stazione è nel centro del paese ed evitate le noie (e i costi salati) del parcheggio.
Dormire: nonostante il paese sia minuscolo, trovate moltissimi affitta camere, dai più pittoreschi con la vista sul mare a quelli più spartani ed economici. Qualche esempio? Camera per due + posto auto a 60 euro a notte.

Per spostarvi e visitare gli altri borghi delle Cinque Terre potete utilizzare il battello, il treno o i bellissimi percorsi panoramici.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...